Premetto che fotografo da più di un ventennio e nonostante il fascino che hanno le nuove tecnologie e l’informatica,
sono rimasto fedele alla fotografia analogica fatta di pellicole in bianco e nero e dal lavoro nel buio della camera oscura. Continuo a preferire questo modo di fotografare non per snobismo o incapacità tecnica, ma perché sono affascinato dalla semplicità della meccanica nel fotografare (impostazioni base fuoco, tempo, diaframma) e nel lavoro manuale che tale pratica richiede. Questo modo di operare mi regala forti emozioni che non riesco a trovare lavorando nel digitale.

CONTATTACI

Grazie del messaggio, ti risponderemo al più presto!

Start typing and press Enter to search